Luigi Crespi

 18,00

Ritrattista nell’Età di Papa Lambertini

Vol.1,for.16×24,pag.144,ill.80,b/n.40,col.40,lin.Ita

rilegatura in brossura

 

Disponibile su ordinazione

Add to Wishlist
Add to Wishlist

Descrizione

Noto soprattutto per essere stato l’autore del terzo tomo della Felsina Pittrice (1769), il bolognese Luigi Crespi (1708-1779), figlio del grande Giuseppe Maria, unisce alla carriera di storiografo quella di pittore.
Nell’età di Prospero Lambertini, vescovo di Bologna dal 1731 e in seguito papa con il titolo di Benedetto XIV (1740-1758), Crespi junior diviene in città ritrattista di grido, riuscendo a interpretare le esigenze di una committenza aristocratica che desidera presentarsi esibendo i modi disinvolti ed eleganti della ‘civiltà della conversazione’. Protagonisti delle sue tele sono dunque dame e cavalieri, briosi e spigliati, dipinti in “ottimo gusto”, in un “bello stile oltremontano” (Zanotti), che viene ulteriormente messo a punto dal pittore a seguito di un soggiorno nell’Europa cosmopolita delle corti di Vienna e Dresda, compiuto nel 1752.
Ma il “particolare dono di ritrarre le fisionomie” (Oretti), riconosciutogli dalla critica coeva, lo conduce anche a dare voce ai valori della più sana borghesia, votata al lavoro, produttiva e ingegnosa, individuata nella pastorale di Lambertini come parte essenziale del proprio progetto di riforma.

Informazioni aggiuntive

Peso 1.0 kg
Editore

SILVANA EDITORIALE

Anno

2017

Autore

Mark Gregory D'Apuzzo, Irene Graziani

Biografia dell'Artista

Pittore Italiano

Nato/Born:Italia Bologna 1708

Morto/Dead:Italia Bologna 1779

Ordine/Order

in 7 Giorni/Days

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Luigi Crespi”